Storia

Museo Relais La Suvera

Un viaggio inconsueto a ritroso nel tempo e nella storia

Al primo piano della Villa Papale si trova il Museo, che raccoglie una collezione di grande valore di ritratti, statue e arredi provenienti dalle famiglie nobiliari Ricci e Massimo. Riconosciuto insieme ai giardini e la chiesa all’interno del circuito dei Musei Senesi, raccoglie mobili e importanti quadri di varie epoche, oltre a testimonianze e documenti storici, suddivisi fra le sale che lo compongono: la Sala del Papa, la Sala Brancaccio, la Biblioteca e l’Archivio della famiglia Ricci Paracciani. In quest’ultimo sono conservati preziosi libri, documenti e carte risalenti a un periodo compreso tra il 1300 e il 1800, attinenti alla storia e alla storia dell’arte, studiati su richiesta da ricercatori e appassionati. Anche gli altri ambienti, accessibili a tutti gli ospiti del Relais La Suvera, raccolgono pezzi unici, come il notevole ritratto del Cardinale Giovanni Ricci di Scipione Pulzone della metà del XVI secolo, la neoclassica statua della Marchesa Campana realizzata da Pietro Tenerani, celebre allievo di Canova, le cui opere sono esposte all’ Hermitage e ai Musei Vaticani, o, ancora, il grande disegno preparatorio di fine ‘800 in cui Francesco Gay ritrasse Elisabeth Field, moglie del Principe Brancaccio, con i figli Eleonora, Carlo e Marcantonio, che dà il nome alla sala in cui è esposto.

Uno spazio dedicato alla cultura, all’arte e alla storia non solo da ammirare ma da vivere. Lo staff del Relais La Suvera con piacere accompagnerà e illustrerà agli ospiti interessati la storia delle opere presenti nel museo. Come se fossero nella propria casa, in un’atmosfera elegante ma accogliente, gli ospiti potranno inoltre soffermarsi tra gli arredi e i dipinti d’epoca, suonare il pianoforte o leggere un libro sulla loggia affrescata che si affaccia sui giardini e sulla bucolica valle. In un inconsueto viaggio nel tempo e nello spazio. Dall’Italia attraverso l’Europa e ancora più lontano, lungo la storia e i legami delle antiche famiglie dei proprietari.